Alla ricerca del talento Visualizza ingrandito

Alla ricerca del talento

Nuovo prodotto

Autore: Giorgio Nicastro

Maggiori dettagli

Scheda tecnica

Pagine 244
ISBN 109788894407488
Genere tecnico
Lingua italiano
Formato 15x21

Dettagli

Dall'introduzione dell'autore

Il mio lavoro di consulenza manageriale si è evoluto negli ultimi anni verso un tentativo ambizioso: definire al meglio il concetto di talento. Si tratta di un progetto che è sostenuto da vent’anni di attività professionale dedicata alla formazione e alla valorizzazione di ogni singolo individuo. Prima di cominciare a parlare però va fatta una premessa.
Il mondo del lavoro è cambiato profondamente. Il digitale che avanza e le nuove tecnologie sono i cardini di una realtà in continua e rapida evoluzione. Una realtà nella quale la maggior parte dei lavori, quelli classici ai quali siamo abituati, stanno per scomparire. I miei clienti sempre più spesso mi chiedono come affrontare dunque le difficoltà dei mercati di oggi, uscire dal sovraffollamento dell’offerta e competere con le economie emergenti di Cina, India e Medio Oriente che offrono costi di manodopera notevolmente più bassi. E in Europa noi che cosa faremo? Ci sarà ancora del lavoro da svolgere?
La mia risposta è sì, ma a patto che si coniughino tra loro due elementi fondamentali: il digitale e un nuovo concetto di business. Mi spiego. Il digitale andrà sì a rendere obsolete alcune tipologie di lavoro ma darà anche l’opportunità di rilanciare vecchie figure professionali o di crearne di nuove. Il business invece deve diventare sano e profittevole cioè consegnare valore ai clienti. Per farlo occorre andare al di là delle regole e della logica dei mercati, far sì che l’eccellenza prevalga sul prezzo e le persone più capaci trovino ambienti idonei alla loro crescita e ambizione. Questo è il concetto di business che io amo e sostengo.
Lo so che non è facile comprendere che cosa ha valore oggi per il mercato, come sia possibile crearlo e attraverso l’impiego di quali strumenti. Forse quello che sto per dirvi sembrerà complicare ancor di più le cose ma dovete sapere che esiste una relazione diretta tra talento e valore.
Il talento va identificato, nutrito, affinato e messo a frutto per favorire lo scambio di valore con il mercato, vivere un’esistenza appagante e una carriera coronata dal successo. Siamo entrati in una nuova era. L’era della responsabilità individuale, della fiducia in sé stessi e della consapevolezza delle proprie capacità. Un’era fatta di libertà, nella quale le giustificazioni e le scuse non producono più utili né per il singolo e nemmeno per le grandi organizzazioni.
Voglio farvi una domanda: voi sareste disposti a fare lo stesso lavoro di vostro padre o di vostro nonno? Mio nonno lavorava in banca, mio padre anche. Io di lavorare in banca semplicemente non ho mai voluto saperne. Ma quante persone invece si adattano e accettano passivamente lavori considerati di maggior prestigio di altri per pura convenzione sociale? Ciò che voglio dirvi è che dobbiamo avere il coraggio di prendere in mano la nostra vita e imparare a guidare i nostri pensieri e le nostre azioni al fine di renderla unica, inimitabile e irresistibile per il mercato. Dobbiamo superare lo stereotipo del posto fisso, della ricerca di un lavoro che sia per tutta la vita, perché non funziona più così. È finita l’era del lavoro sicuro a uno stipendio basso e con orari e regole di ferro che ci rendono schiavi di una routine che ammazza le idee e il talento. Aveva ragione il mio amico Aldo! Suo padre faceva il ferroviere e dopo il lavoro il boscaiolo. Aldo non l’ha voluto seguire e ha messo a frutto il suo talento. Oggi ha quattro piccole società, guadagna venti volte di più rispetto a quanto guadagnava suo padre e ha il tempo per godersi famiglia e amici.
Nelle pagine che seguiranno cercherò di aiutarvi a capire che oggi l’uomo può tornare a essere imprenditore e leader di se stesso. Se ci pensiamo l’uomo era già imprenditore quando tutto ebbe inizio milioni di anni fa. Prima è stato cacciatore e poi pastore e agricoltore. Grazie al talento oggi può esserlo in un modo nuovo. Il talento è la miglior garanzia di occupazione odierna e tutti lo possono capitalizzare mettendolo a disposizione degli altri. Ma dove sta il talento?
Il talento si trova in ciò che amiamo fare di più al mondo. È quello che riusciamo a fare spontaneamente, senza sforzo o senza sapere neanche come e perché, non solo bene ma in un modo unico, eccellente e inimitabile.
Provate a rispondere a questa domanda. Nel vostro lavoro siete nella condizione di fare le cose che amate, che vi piacciono realmente e che vi riescono senza fatica? Se la risposta è no consolatevi perché oggi troppe persone fanno quello che ritengono loro dovere fare. Tantissime sono semplicemente capaci di fare. Ma la chiave del valore si trova nel “voglio fare”. Voglio essere a capo della “Me stesso” S.P.A. Oggi è fondamentale avere il coraggio di prendere in mano la propria vita, prima ancora della propria azienda, carriera e guadagni.
In questo libro troverete la formula per scoprire i vostri talenti specifici. Per entrare in un mondo del lavoro dove non ha tanto valore il saper fare un po’ di tutto quanto piuttosto l’essere disposti a fare quello che c’è da fare con delle performance costanti ed eccellenti. Questa è la meravigliosa sfida dell’era del talento!
Dopo migliaia di conferenze, seminari, consulenze e corsi di formazione ho deciso di scrivere questo libro per guidarvi alla scoperta di questa era nuova. Per aiutare tutti i coraggiosi ricercatori del talento a trovare nuove idee e punti di vista per sviluppare la propria professione e la propria impresa. Per chi ha voglia di entrare in questa new economy dell’intangibile nella quale gli aspetti più importanti sono le qualità umane: la sensibilità, la capacità di giudizio, la creatività, l’intelligenza finanziaria, l’organizzazione e la capacità di costruire relazioni. Il valore reale di un’azienda oggi va ben oltre gli indicatori di profitto e quindi servono degli strumenti oggettivi per misurare cose come la ricerca e sviluppo, le idee, la customer experience e la soddisfazione dei dipendenti. Ci troviamo dunque di fronte ad un nuovo paradigma: “I manager si prendono cura dei loro dipendenti, i dipendenti si prendono cura dei clienti, i clienti si prendono cura dei profitti, i profitti si prendono cura del futuro”. Questo significa che oggi buona parte del valore di un’azienda si trova nei suoi dipendenti. I manager e gli imprenditori hanno dunque bisogno di strumenti per comprendere i loro punti di forza in modo da creare un’architettura del capitale umano dove ogni persona è in grado di fare la differenza. Molto probabilmente non saremo d’accordo su tutte le tesi che sosterrò nei prossimi capitoli. Se così non fosse questo libro sarebbe superfluo. Tante persone probabilmente obietteranno di non avere abbastanza tempo, energie o soldi per fare quello che spiego e propongo. È ciò che succede ormai da anni durante i miei seminari o nelle sessioni di training che conduco. Il mio obiettivo è quello di aiutarvi a trovare nuovi spunti di riflessione, nuovi punti di vista e anche provocarvi un pochino per spingervi a migliorare e a eccellere nella vita e nel lavoro.
Vi auguro di essere coraggiosi e di intraprendere una nuova avventura che vi consenta di essere, fare o avere tutto ciò che desiderate per voi stessi, le vostre famiglie, la vostra azienda e i vostri collaboratori. Buona lettura. (Giorgio Nicastro)

30 altri prodotti della stessa categoria: